Ametropie

Ametropie. Dal greco: α, privativo, μετρον, misura, ωψ, occhio

Per ametropia si intende un’anomalia causata da un difetto visivo dell’occhio, con accomodazione completamente rilassata, per cui i raggi paralleli provenienti da oggetti lontani non vanno a fuoco direttamente sulla retina.

Quando l’occhio concretizza una visione normale, cioè ha la capacità di vedere nitidamente all’infinito, si definisce emmetrope.

Quando la visione non è perfettamente puntuale, cioè una scarsa messa a fuoco dell’immagine, l’occhio è ametrope.

Esistono tre tipi di ametropia: