Ipermetropia

Ipermetropia. Dal greco “hypérmetropos”, che eccede la misura

L’Ipermetropia è un’ametropia che si verifica quando la lunghezza del bulbo oculare è inferiore al necessario.

Come si manifesta

Molto comune nei bambini, già in età prescolare, è caratterizzata da una difficoltà nella visione da vicino mentre è minore la difficoltà per il riconoscimento da lontano. L’accrescimento di tutto l’organismo determina solitamente una riduzione dell’ametropia. I sintomi principali, definiti astenopeici, comuni a tutte le età, sono: mal di testa, bruciore, lacrimazione, soprattutto durante la lettura.

La sua evoluzione, se controllata e corretta otticamente, è abbastanza lenta.

Come si corregge

  • Occhiali (anche per l’ipermetropia il mezzo più consueto di correzione è l’occhiale);
  • lenti a contatto;
  • chirurgia refrattiva anche se per questo impiego è molto meno praticata in quanto l’ametropia continua a manifestarsi con il passare degli anni.