Ipovisione

Ipovisione e cecità

L’ipovisione è quella condizione permanente di capacità visiva molto limitata che compromette una normale attività lavorativa e la vita di relazione.

Per indicare il deficit visivo esiste una classificazione specifica:

  • La cecità o amaurosi è definita totale quando l’occhio non percepisce affatto la luce.
  • La cecità funzionale è presente quando il sistema visivo percepisce la luce, ma è incapace di percepire le forme.
  • La cecità legale è presente quando la percezione non permette l’autonomia del soggetto.

L’ipovisione può essere:

  • grave (residuo visivo non superiore a 1/10 in entrambi gli occhi o nell’occhio migliore anche con correzione, residuo perimetrico binoculare inferiore al 30%);
  • medio-grave (residuo visivo non superiore a 2/10 in entrambi gli occhi o nell’occhio migliore anche con correzione, residuo perimetrico binoculare inferiore al 50%);
  • oppure lieve (residuo visivo non superiore a 3/10 in entrambi gli occhi o nell’occhio migliore anche con correzione, residuo perimetrico binoculare inferiore al 60%).